Written by 12:54 Home, Science

2024: Odissea nello Spazio

Un anno di ricerca e scoperte alla volta dell’universo

Luna

Il 2024 si preannuncia spaziale. A quanto pare, la forte concorrenza relativa allo Spazio, si fa sempre più pressante tra i vari paesi, che hanno in programma missioni diversificate per “riconquistare” la Luna (e non solo).

2024: Odissea nello Spazio: otto artisti in cerca della Luna

Ricordate il miliardario giapponese Yusaku Maezawa che, nel 2023, aveva in programma un giro intorno alla Luna a bordo della navetta di SpaceX Big Falcon Spaceship di Elon Musk? Yusako torna a parlare di Spazio con la missione (turistica) denominata “DearMoon”, una nuova fase che porterebbe vicinissimi al suolo lunare ben otto artisti, con l’intenzione di trasformare il viaggio stesso in un’opera d’arte[1]. Questo genere di attività legate alla space economy, che diventeranno sempre più frequenti, costituiscono un’importante spinta alla ricerca e all’osservazione dello Spazio e della Terra, trainata dall’avanzamento tecnologico delle infrastrutture per i servizi di Rete e telecomunicazioni.

2024: Odissea nello Spazio: Russia e Cina in orbita

Pronti alle loro postazioni, ci sono anche la Russia e la Cina che, per questo 2024, hanno in serbo diversi allunaggi. A settembre, è stata lanciata dalla base spaziale russa, la navetta russa Soyuz[2] Ms-24, diretta alla Stazione Spaziale Internazionale, con a bordo l’equipaggio[3].
Dopo l’intoppo non da poco, avvenuto nel 2022, in cui il gruppo di astronauti ha rischiato di non poter rientrare sulla Terra a causa di un guasto alla Soyuz che li aveva portati in orbita, la Russia ha ritentato l’anno seguente con successo[4]. Un trend che sembra voler mantenere anche nel 2024, insieme alla vicina Cina, che ha inaugurato da poco la Stazione Spaziale di Tiangong, preparando una serie di lanci con i propri astronauti, (anche) come segno di sfida al primato statunitense.

Ma c’è un’altra protagonista che si affaccia tra le stelle, ed è l’India. È in fase di preparazione una missione con il modulo Gaganyaan[5], ossia il primo veicolo spaziale indiano dell’Organizzazione Indiana per le Ricerche Spaziali (ISRO). Per adesso, la prima versione di questa navicella è stata progettata per il trasporto di tre persone[6].

2024: Odissea nello Spazio: un nuovo sguardo ai fenomeni dell’universo

Restando sempre in tema ‘Spazio’, quest’anno in Cile, avverrà l’inaugurazione di due osservatori dotati di strumentazione iper-potente. Quest’ultima, infatti, include un telescopio da 8,4 metri e una gigantesca telecamera da 3.200 megapixel che ci permetterà di scoprire nuove fenomenologie transitorie e asteroidi vicini alla Terra[7]. In particolare, l’Osservatorio Simons di Atacama, avvierà una sperimentazione unica, con l’obiettivo di indagare le onde gravitazionali primordiali – l’afterglow del Big Bang – nella radiazione cosmica di fondo[8]. Sarà interessante scoprire come gli scienziati aggireranno gli ostacoli che, ad oggi, hanno impedito tali osservazioni, e come la tecnologia spaziale possa supportare il loro lavoro.

2024: Odissea nello Spazio: anche gli USA tornano nello Spazio

E se nel 2024 si parla di una corsa allo Spazio, gli Stati Uniti non potevano certo restare a guardare.
La NASA, infatti, si prepara a lanciare una nuova missione lunare con equipaggio, denominata Artemis II[9]. È previsto il lancio di quattro astronauti che approderanno in orbita cislunare e spianeranno il terreno per una successiva missione, Artemis III, con l’intento di far calpestare nuovamente il suolo della Luna al genere umano.

Insomma, possiamo dire che il 2024 pianterà molti semi in fatto di scoperte in orbita. Sarà interessante vedere quali frutti porteranno negli anni successivi.


[1] Wired, Ecco il primo turista spaziale che viaggerà intorno alla Luna con SpaceX, articolo consultabile integralmente al seguente link: https://www.wired.it/scienza/spazio/2018/09/18/spazio-cittadino-luna-spacex/

[2] È il nome che identifica i veicoli spaziali russi, originariamente creati dall’ingegnere Sergej Pavlovič Korolëv per il programma spaziale avviato durante il periodo dell’Unione Sovietica.

[3] ANSA, Lanciata la Soyuz Ms-24 con due russi e un’americana, articolo al link: https://www.ansa.it/canale_scienza/notizie/spazio_astronomia/2023/09/15/lanciata-la-soyuz-ms-24-con-due-russi-e-unamericana-_739cf767-6171-43f7-ad7b-14eae14cf95f.html

[4] Ibidem.

[5] Wired, Il meglio dello spazio da attendere nel 2024, articolo consultabile al seguente link: https://www.wired.it/gallery/spazio-2024-missioni-lanci/

[6] Wikipedia, Gaganyaan.

[7] Nature, The science events to watch for in 2024, articolo complete al link: https://www.nature.com/articles/d41586-023-04044-9

[8] Ibidem.

[9] Aboutpharma, Gli eventi scientifici da tenere d’occhio nel 2024 secondo Nature, articolo completo al link: https://www.aboutpharma.com/scienza-ricerca/gli-eventi-scientifici-da-tenere-docchio-nel-2024-secondo-nature/


Autore articolo

Sara Giovannoni

Sara Giovannoni

Redattrice

Copywriter pubblicitario, cinefila, nerd.
 Cerco di vivere la vita sempre con la curiosità e lo stupore di un bambino.
Amo scrivere delle cose che mi appassionano,
ecco perché spero di pubblicare, prima o poi, il mio libro sul Giappone.
 
Intanto keizoku wa chikara nari. 
Se volete, andate a cercare il significato!

(Visited 55 times, 1 visits today)
Close