Written by 12:04 Bright Light, Home

Da The Line a The Dash

Stretta sui finanziamenti per il progetto della città del futuro


Vi ricordate di The Line? Il mega progetto urbanistico dell’Arabia Saudita che prevedeva la costruzione di una città futuristica e sostenibile lunga 170 km (da leggere tutto d’un fiato)? Ci sono aggiornamenti e non sono così spettacolari come ci si aspetterebbe.

The Line: il progetto

Facciamo un breve recap. Quello di The Line è un progetto che va ad inserirsi all’interno di un piano molto più vasto denominato Vision 2030. L’idea di fondo, come dicevamo, è quello di rendere il Paese maggiormente indipendente dal petrolio, investendo sull’utilizzo dell’energia solare ed eolica. Questa città del futuro avrebbe dovuto estendersi per 170 km, divisa in moduli urbani, collegati tra loro da un trasporto pubblico sotterraneo[1], rigorosamente sostenibile.

Insomma, un progetto davvero mastodontico che avrebbe dovuto concludersi, secondo le precedenti previsioni e aspettative, nel 2030. Ma qualcosa è andato storto.

Da The Line a The Dash

Il Public Investment Found (PIF), che fornirebbe metà dei costi di costruzione, ha stretto il guinzaglio ai finanziamenti da capogiro per la realizzazione di The Line, provocando un drastico ridimensionamento del progetto.
Stando a quanto si legge si in giro, il completamento della città dovrebbe costare circa 1,4 trilioni, dando posti di lavoro a più di 460.000 operai. Una vera miniera d’oro per gli appaltatori che però hanno subito un freno a causa della mancanza di liquidità auspicata inizialmente dal fondo per il finanziamento.

Se entro il 2030 The Line avrebbe dovuto estendersi dal Mar Rosso fino alla città di Tabuk, adesso si prevede di toccare a mala pena 2,4 km entro il 2023[2]. A fronte dei 9 milioni di abitanti previsti alla fine dei lavori, ora la città arriverebbe a ospitarne all’incirca 300.000. Anche se si è trasformata da una linea a un trattino, The Line resta comunque uno dei progetti urbanistici più interessanti da seguire e non c’è ombra di dubbio che diventerà una delle mete turistiche più attrattive del mondo.


[1] Il Post, L’enorme e futuristica città a “linea” nel deserto saudita sarà mai costruita?, articolo completo al link: https://www.ilpost.it/2024/04/11/the-line-progetto-ridimensionato-neom/

[2] Il Foglio, L’Arabia Saudita ridimensiona le aspettative sul progetto The Line, articolo consultabile per intero al link: https://www.ilfoglio.it/tecnologia/2024/04/11/news/l-arabia-saudita-ridimensiona-le-aspettative-sul-progetto-the-line-6425421/


Autore articolo

Sara Giovannoni

Sara Giovannoni

Redattrice

Copywriter pubblicitario, cinefila, nerd.
 Cerco di vivere la vita sempre con la curiosità e lo stupore di un bambino.
Amo scrivere delle cose che mi appassionano,
ecco perché spero di pubblicare, prima o poi, il mio libro sul Giappone.
 
Intanto keizoku wa chikara nari. 
Se volete, andate a cercare il significato!

(Visited 11 times, 1 visits today)
Close