Written by 14:13 Bright Light, Home

AI telefono casa. Come stanno cambiando le cose?

Uno sguardo ai lavori del futuro

futuro

Non ci credi finché non lo vedi. I film di fantascienza hanno contribuito ad alimentare la nostra immaginazione su robot, intelligenza artificiale, macchine volanti, teletrasporto e così via. Ma che succede quando quel mondo di “finzione” ci sta raggiungendo? Facile, inizia a cambiare tutto. E i cambiamenti più evidenti colpiscono senza dubbio il mondo del lavoro: alcune professioni cederanno il posto a nuove professionalità del futuro. Scopriamo insieme quali sono.

AI telefono casa: benvenuta automazione avanzata

Facciamo un breve recap su cosa si intende per ‘intelligenza artificiale’.
È una particolare disciplina del ramo informatico, sviluppata per rendere più semplice e veloce la capacità di calcolo e analisi dei dati, così da simulare quanto più possibile le capacità e il pensiero umano[1]. Detto ciò, il primo passo compiuto dall’AI nel mondo del lavoro è stato quello di automatizzare alcune procedure standard e di routine. Basti pensare alla crescente digitalizzazione, aumentata esponenzialmente durante la pandemia di Covid-19, in cui si è avuto uno snellimento cruciale di alcune pratiche che, fino a quel momento, andavano risolte presso gli sportelli (ad esempio) e con tempistiche molto più lunghe.

Dunque, la gestione documentale, l’archiviazione e anche l’elaborazione di fatture, sono state tra le prime mansioni a essere automatizzate e affidate a sistemi (semplici) di intelligenza artificiale.

AI telefono casa: i lavori del futuro

Nuove tecnologie, nuove opportunità, nuovi lavori. L’equazione è sempre stata questa, fin dalla rivoluzione industriale, il mondo del lavoro si è evoluto e adattato di pari passo alla tecnologia.
Ma con l’arrivo dell’AI, quali saranno (o sono) i lavori del futuro?

Ora che c’è l’AI, servono esperti di AI

L’intelligenza artificiale sta aprendo la strada a nuovi settori, come quello della robotica o della realtà virtuale. Ecco perché diventeranno sempre più indispensabili gli esperti di AI: ingegneri, analisti, e specialisti di machine learning. Ma basti pensare poi, che per ogni campo specifico, come privacy e sicurezza, ad esempio, occorrerà formare nuove figure professionali in grado di gestire i nuovi sistemi tecnologici per quel determinato campo. Un vero e proprio effetto domino che porterà allo sviluppo di nuove competenze.

I dati come nuova moneta di scambio

I dati e le informazioni stanno acquistando sempre più valore[2]. Non solo perché sono uno strumento fondamentale per le aziende, ma anche perché molte delle tecnologie AI si basano sullo sfruttamento e analisi di dati, che vengono immagazzinati e rielaborati. Figure professionali in grado di gestirli, analizzarli e proteggerli saranno tra le più richieste, quali cyber security specialist, data analyst, data scientist. Si tratta di lavori che, forse tra tutti, hanno un margine di richiesta che aumenterà nel tempo, in maniera direttamente proporzionale alla creazione di nuovi dati e informazioni. Creazione che è destinata, appunto, ad aumentare.

AI telefono casa: ma non tutti i lavori del futuro hanno a che fare con l’AI

Tra qualche anno vedremo robot in giro per le città, sempre se ci saranno ancora delle città. Le grandi sfide del nostro secolo portano inevitabilmente alla creazione di nuove competenze professionali. Ne è un esempio la crisi climatica. Per riuscire a mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici occorrono ‘professionisti di crisi climatiche’, in grado di organizzare gli spazi cittadini permettendo un maggiore risparmio in termini energetici, ma non solo. Anche gli edifici devono essere progettati ad hoc per rispettare elevati criteri di efficienza, ma anche di sicurezza per far fronte a eventuali disastri climatici, come incendi, inondazioni, oppure grandine gigante.

Negli Stati Uniti, ad esempio, è in crescita la professione di “Tidewater architect[3], ossia esperti nella realizzazione di case che si affacciano sulla costa a sud, soggette a climi particolarmente umidi e cladi, ma anche a inondazioni e cicloni stagionali. Insomma, non dei semplici architetti, ma ingegneri ecologici a tutto tondo.

Questi sono solo alcuni dei lavori più richiesti per l’imminente futuro, ma gli scenari possibili sono molti. Quel che è certo, è che ogni cambiamento apre la porta a nuove opportunità.


[1] NetworkDigital360 AI4Business, AI generativa: cosa cambierà negli ambienti di lavoro, luglio 2023. Articolo consultabile al link: https://www.ai4business.it/intelligenza-artificiale/ai-generativa-cosa-cambiera-negli-ambienti-di-lavoro/

[2] IlSole24ore, Dati personali: da «res extra commercium» a moneta di scambio, gennaio 2022. Articolo consultabile al link: https://ntplusdiritto.ilsole24ore.com/art/dati-personali-res-extra-commercium-moneta-scambio-AEuYQH6

[3] laRepubblica, 10 lavori che hanno (davvero) un futuro, maggio 2022. Articolo consultabile al link: https://www.repubblica.it/tecnologia/2022/05/01/news/lavoro_futuro_world_ecnomic_forum_professioni_digitali-347412251/


Autore articolo

Sara Giovannoni

Sara Giovannoni

Redattrice

Copywriter pubblicitario, cinefila, nerd.
 Cerco di vivere la vita sempre con la curiosità e lo stupore di un bambino.
Amo scrivere delle cose che mi appassionano,
ecco perché spero di pubblicare, prima o poi, il mio libro sul Giappone.
 
Intanto keizoku wa chikara nari. 
Se volete, andate a cercare il significato!

(Visited 54 times, 1 visits today)
Close